Fondi EU, quali sono e dove cercare

Tags:

In questi primi mesi di legislatura, sono in molti a chiedere per comprendere il funzionamento dei Fondi che l’Europa destina ai 28 Stati

Parlare delle opportunità dell’Europa o cercare un fondo ad hoc non sono aspetti semplici. Nel secondo caso, stiamo parlando di un vero e proprio lavoro molto complesso, fatto di parole chiave e di tanto inglese.

Oltre il 76% del bilancio dell’UE è gestito in collaborazione con le amministrazioni nazionali e regionali con un sistema di “gestione concorrente”, essenzialmente mediante cinque grandi fondi – i Fondi strutturali e d’investimento.

Al netto degli aspetti politici della gestione, sono in molti a pensare che puntare al restante 24% sia più semplice. A scanso di equivoci, diretti o indiretti, i fondi europei devono sempre avere una gestione oggettiva, scevra da politicizzazioni o morali di parte. L’obiettivo è la crescita e il benessere del territorio cercando al contempo di aiutare i territori maggiormente svantaggiati. Le scelte su cosa e come destinare i fondi è sempre politica.

Quali sono i fondi gestiti direttamente dall’Unione europea?

  • sovvenzioni destinate a progetti specifici collegati alle politiche dell’UE, di solito a seguito di un “invito a presentare proposte” Una parte dei finanziamenti proviene dall’UE, un’altra da fonti diverse.
  • appalti conclusi dalle istituzioni europee per acquistare servizi, beni o opere necessari per le loro attività, per es. studi, corsi di formazione, organizzazione di conferenze o attrezzature informatiche. Gli appalti sono aggiudicati mediante bandi di gara.

I fondi hanno una gestione dettata dalla Commissione europea che, con i suoi 28 commissari, ha la responsabilità politica della sua destinazione. Il Parlamento europeo, con mesi di anticipo, cerca di suggerisce alcune modifiche.

Ecco il LINK del sito della Commissione europeo per scoprire quali sono i fondi europei attualmente attivi.