Il Futuro dell’Europa tra giovani, ambiente e salute

Formato tascabile, impaginazione accattivamente e vari spunti per il “Futuro dell’Europa”.

Tempo fa mi è stato chiesto quale potesse essere il mio sogno per il 2022.

Io ho sempre supportato e aiutato tanti ragazzi perché ho sempre creduto che il futuro dell’Europa passasse dai gesti cristiani. Molti ragazzi che ho conosciuto hanno dovuto lasciare gli studi per esigenze economiche della propria famiglia.

Il Covid19 ha portato a certificare un aumento della povertà e, mantenendo le attuali soglie socio-economiche, significa chiudere le porte ad un numero maggiore di cittadini. Pensare che le Università pubbliche possano continuare ad avere sbarramenti all’ingresso significa di fatto chiudere le porte a chi non ha potuto accedere a gradi di istruzione superiore o a corsi di formazione supplitivi.

Il “numero chiuso” all’Università l’ho sempre vissuto come uno sbarramento al più debole, facendone solo una questione economica.

Non possiamo decidere il destino di una brillante mente solo perché vive nei bassi-fondi di chissà quale periferia.

Scriverò alla Commissione europea, a tutti i rettori del Sud Italia, al Ministro in persona per capire e individuare soluzioni per il bene dei nostri ragazzi.

Per leggere altro, clicca qui

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.